Comune di Putifigari

Modulistica SUAPE

in data 28 febbraio 2017 la Giunta Regionale ha approvato le DIRETTIVE IN MATERIA DI SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE E PER L’EDILIZIA (SUAPE) che
Deliberazione n 11_14 del 28_2_2017
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_274_20170302112611.pdf

All. A, 11/14 – Direttive SUAPE
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_274_20170302112706.pdf

All. B, 11/14 – Ricognizione regimi amministrativi
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_274_20170302112809.pdf

All. C, 11/14 – Linee guida procedure di controllo
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_274_20170302112853.pdf __________________________________________________________________________
ENTRATA IN VIGORE NUOVE DIRETTIVE SUAPE 13 MARZO 2017
Con D.G.R. n. 11-14 del 28/2/2017 sono state approvate dalla Giunta Regionale le Direttive in materia di Sportello Unico per le Attività Produttive e per l’Edilizia (SUAPE), adottate ai sensi dell'art. 29 comma 4 della legge regionale n. 24/2016
, in vigore dal 13 marzo 2017 e sostituiscono le precedenti direttive in materia di SUAP adottate nel 2011.
Con la nuova normativa dovranno essere trasmesse tramite l'unico punto di accesso del Portale Sardegna Suap all'indirizzo www.sardegnaimpresa.eu/it/suap non solo le pratiche relative ai procedimenti inerenti l'avvio di attività produttive e i relativi interventi edilizi, ma anche le pratiche in materia di edilizia residenziale presentate da soggetti privati.
Le nuove direttive prevedono, inoltre, che sono acquisite nell’ambito di un procedimento unico le seguenti attività precedentemente escluse dalla competenza del SUAP, che ora devono essere presentate attraverso il Portale Regionale:
  • le manifestazioni o eventi sportivi o eventi culturali di pubblico spettacolo connessi ad un’attività economica e produttiva di beni e servizi;
  • l’esercizio di attività di bed and breakfast;
  • la somministrazione di alimenti e bevande presso circoli privati;
  • le attività economiche produttive di beni e servizi esercitate da soggetti non iscritti al registro delle imprese quali ONLUS, associazioni sportive dilettantistiche e simili;
  • il parere regionale di compatibilità di cui all’art.5, comma 1 della LR 10/2006 per le strutture sanitarie;
  • il parere regionale di compatibilità di cui all’art.40, comma 2 della LR 23/2005 per le strutture socio-assistenziali;
  • l’autorizzazione al funzionamento delle strutture sanitarie, siano esse a carattere professionale o imprenditoriale, comprese quelle a più elevata complessità di cui all’art. 6 comma 2 punto b) della LR 10/2006;
  • le attività e gli interventi edilizi dei liberi professionisti, anche in settori esclusi dal D.Lgs 59/2010;
  • le concessioni, compresa la concessione di spazi pubblici (es. pedane, tavolini e sedie), fatta salva l’eventuale procedura ad evidenza pubblica che ne preceda il rilascio;
  • le approvazioni dei progetti quando la realizzazione di un intervento sia subordinata alla stipula di appositi contratti e convenzioni con soggetti pubblici (quali Consorzi Industriali, ANAS, etc.);
  • le istanze per accertamenti di conformità e sanatoria che, pur essendo escluse dalle disposizioni sul procedimento unico di cui agli articoli 31 e seguenti della L.R. 24/2016, devono essere presentate comunque presso il SUAPE e devono comprendere l’acquisizione contestuale di tutti i titoli abilitativi necessari per la completa regolarizzazione dell’immobile realizzato in assenza o in difformità dal titolo abilitativo.


QUALI COMUNI PARTECIPANO ALLO SUAPE DELL’UNIONE DI COMUNI DEL COROS?

Attualmente le funzioni dello SUAPE Intercomunale dell’Unione dei Comuni del Coros, sono svolte a favore dei comuni di CARGEGHE, CODRONGIANOS, MUROS, OSSI e PUTIFIGARI.

 

COME SI PRESENTA LA PRATICA?

Il procedimento unico ha inizio con la  presentazione telematica della DUA tramite il software regionale, disponibile sul portale Internet www.sardegnaimpresa.eu.

Soltanto nel caso in cui il software non sia temporaneamente disponibile, in caso di urgenza la pratica può essere inviata alla casella PEC (Posta Elettronica Certificata) del SUAPE suap@pec.unionecoros.it.

Nel  caso  in  cui  l’impresa  opti  per  la  presentazione  contestuale  della  SCIA  e  della Comunicazione Unica, la pratica deve essere inviata tramite il sistema informativo messo a disposizione dal Registro Imprese.

 

QUALE MODULISTICA DEVO UTILIZZARE?

Per la presentazione della DUA, deve essere utilizzata la modulistica predisposta dalla Regione Sardegna e disponibile sul portale Internet www.sardegnaimpresa.eu.

La dichiarazione autocertificativa – qualora necessario – deve essere corredata da:

  • le dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dell’atto di notorietà per quanto riguarda tutti gli stati, le qualità personali e i fatti previsti negli articoli 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000;
  • le dichiarazioni di conformità rese da tecnici abilitati relative alla sussistenza dei requisiti e dei presupposti previsti dalla normativa vigente, in particolare relativamente agli aspetti edilizi e urbanistici e a quelli in materia igienico-sanitaria, ambientale e di sicurezza, quando tale conformità dipenda esclusivamente dal rispetto di requisiti e prescrizioni di leggi, regolamenti, disposizioni amministrative o piani e programmi settoriali;

- gli   elaborati   progettuali   necessari   per   consentire   le   verifiche   di   competenza   delle amministrazioni coinvolte.

Le dichiarazioni di conformità sono necessarie, come esplicitato nella tabella di Ricognizione dei regimi amministrativi in ambito SUAPE (allegato B), nei seguenti casi:

  • ove una disposizione normativa ne preveda espressamente la necessità;
  • nei  casi  in  cui  le  autorizzazioni  previste  dalle  norme  settoriali  siano  sostituite  dal procedimento in autocertificazione e siano previste verifiche connesse con aspetti edilizio- urbanistici, igienico-sanitari, ambientali e di sicurezza, compresi i casi in cui l’esercizio di un’attività sia subordinato al rispetto di disposizioni di programmazione settoriale attinenti ai medesimi aspetti.

Le dichiarazioni di conformità sono redatte da un tecnico abilitato, iscritto al relativo ordine/collegio professionale, il quale ha l’onere di verificare che l’oggetto della dichiarazione di conformità rientri interamente nel  campo di  competenza individuato dalla  propria abilitazione professionale. Nella medesima pratica possono essere presenti più dichiarazioni di conformità, anche sottoscritte da tecnici diversi, purché complessivamente venga attestata la piena conformità dell’intero intervento rispetto a tutte le norme applicabili

 

QUALI SPESE, DIRITTI ED ONERI DEVO PAGARE PER LA PRESENTAZIONE DELLA PRATICA AL SUAPE?

Il procedimento unico può prevedere il pagamento delle spese e dei diritti dovuti dall’interessato al SUAPE e agli altri soggetti coinvolti per la richiesta di autorizzazioni, nulla-osta o pareri, previsti da disposizioni di leggi statali e regionali vigenti nelle misure stabilite dalle stesse.

Per sapere se l’intervento proposto, sia soggetto al pagamento di diritti, il soggetto proponente dovrà rivolgersi direttamente agli enti coinvolti nel procedimento.

I diritti di istruttoria di spettanza di questo SUAPE, che devono essere corrisposti indipendentemente da quelli di competenza di altri Enti o Pubbliche Amministrazioni, sono disponibili qui.(collegamento alla sezione “DIRITTI SUAPE” http://www.unionecoros.it/immagini/download/9014_d.g.u._n._14-2017_-_diritti_suape.pdf ).

Quando prevista, l’imposta di bollo è assolta unitariamente per tutti i titoli abilitativi compresi nell’intervento, in modalità virtuale o con le modalità di cui al D.M. 10 novembre 2011 e s.m.i..

Documenti
ISTITUZIONE DIRITTI DI ISTRUTTORIA PER I PROCEDIMENTI DELLO SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA' PRODUTTIVE ED EDILIZIA DELL'UNIONE DI COMUNI DEL COROS
9014_d.g.u._n._14-2017_-_diritti_suape (1).pdf
Inserito il: 03/04/2019
Ultima modifica il: 03/04/2019